BTicino, siglato accordo sindacale che riconosce diritti alle unioni civili

unioni civili

Importante accordo è stato raggiunto alla BTicino in tema di Pari opportunità. La Direzione aziendale con la RSU interna, la Fim Cisl e la Fiom Cgil di Varese hanno ratificato un'intesa che tocca vari aspetti di civiltà: la prevenzione delle molestie e delle violenze sul luogo di lavoro, la conciliazione dei tempi di lavoro con i tempi di vita e della famiglia - attraverso una gestione flessibile dell’orario di lavoro - ma soprattutto è stato concordato il riconoscimento di alcuni diritti, quali l'estensione del Congedo Matrimoniale ed il riconoscimento di permessi per cura del coniuge, alle coppie di fatto ed a quelle omosessuali riconoscendo anche il matrimonio fatto all'estero da parte di lavoratrici e lavoratori con persona dello stesso sesso.  

"Un importante passo in avanti - si legge nel comunicato diramato dalle Segreterie territoriali di Fim Cisl e Fiom Cgil - che riconosce pari dignità sociale ed eguaglianza a tutti i lavoratori Bticino".

"In questi giorni tanti, tutti - prosegue il comunicato - parlano e straparlano di società civile. Poi, al dunque, ogni piccolo passo verso l’uguaglianza, verso il rispetto di tutti nei confronti di tutti, diventa fonte di imbarazzati distinguo, di angosce collettive, di tremuli arretramenti: perché troppi diritti per gli altri, fanno paura. Paura che non hanno avuto la direzione BTicino, le organizzazioni sindacali e le RSU".

L'Accordo è la dimostrazione che i diritti civili e individuali vanno di pari passo con i diritti sociali e collettivi e che la contrattazione si conferma essere come il più importante strumento utile ad interpretare i cambiamenti della società e i bisogni delle persone.