Fim, Fiom, Uilm Brianza: le morti sul lavoro sono un'emergenza nazionale. Basta!!!

Il comunicato unitario

Ieri mattina a Bellusco si è registrata l'ennesima morta sul lavoro. Un operaio di 44 anni della Zincol Lombarda di Bellusco ha trovato la morte cadendo dentro un forno.
E' l’ennesimo infortunio mortale ha colpito ancora una volta il nostro territorio.
Quella delle morti sul lavoro è una vera emergenza nazionale e come tale va affrontata.
In questi anni di crisi in diverse aziende si abbassata l'attenzione sulle tematiche della salute e sicurezza, sono aumentati gli infortuni e con essi anche le morti sul lavoro.
Per questo motivo si ritiene che i temi della salute e della sicurezza devono trovare cittadinanza in tutti i luoghi di lavoro per porre un fermo argine a questi drammi.
Pratichiamo un percorso di consapevolezza che richiami ognuno alle proprie responsabilità: aziende, istituzioni e tutti noi.
Bisogna istituire in tutte le aziende la rilevazione dei “mancati infortuni”, a cui far seguire dei Break formativi e consolidare la formazione e l’informazione fatta ai lavoratori che deve essere costante e ripetuta nel tempo.
Bisogna potenziare il ruolo degli Rls e Rlst.
Rilanciare gli investimenti pubblici e privati per rafforzare i sistemi di sicurezza e mettere in campo tutti i possibili strumenti di prevenzione e repressione.
Chiediamo inoltre di aumentare l’attività ispettiva degli organi preposti.

Potrebbero interessarti anche...