octobre 2015

sciopero Candy Brugherio

E' stato sottoscritto il rinnovo del contratto di solidarietà per i lavoratori della Candy di Brugherio. L’ipotesi di accordo scongiura per altri due anni il licenziamento di 373 lavoratori annunciato dai vertici dell’azienda prima dell’estate.

La necessità di rinnovare il contratto di solidarietà si è resa indispensabile per evitare che la Candy procedesse con i licenziamenti. 

Sciopero St

Si è svolta nella giornata di ieri l'audizione alla Commissione lavoro del ‪‎Senato‬ per la ‪‎StMicroelectronics, sono stati ascoltati i vertici aziendali ed i sindacati.

Fim, Fiom e Uilm hanno manifestato le proprie preoccupazioni per un'azienda di un settore strategico dell'economia nazionale, quello della microelettronica, che negli ultimi anni ha diminuito drasticamente gli investimenti in ricerca e sviluppo.

Cancelliamo le leggi ingiuste e sbagliate

Dal lavoro alla scuola, dalle istituzioni alla legge elettorale. Da quando è in carica, con decreti e disegni di legge, il governo Renzi è intervenuto su alcune delle principali materie che segnano la vita delle persone. Cambiandola in peggio. Nei prossimi mesi la stessa sorte potrebbe toccare a questioni cruciali come i contratti nazionali di lavoro, il diritto di sciopero e la sanità. Per non parlare delle pensioni che, invece, giacciono abbandonate allo stato cui le ha ridotte la riforma Fornero.

Candy stop delocalizzare

La Candy ha annunciato un piano di esuberi di più di 300 unità per il sito di Brugherio, unico sito italiano rimasto aperto.
La Candy continua il processo di delocalizzazione inesorabile verso i paesi lowcost, mentre altre multinazionali investono nel nostro paese, scegliendo di preferire l'innovazione spinta.
La famiglia Fumagalli abbandona al suo destino lo stabilimento storico di Brugherio.
Occorre invece investire per rendere il sito più competitivo, salvaguardare l'occupazione della fabbrica e di tutto l'indotto.