mars 2020

Il comunicato unitario

Ieri mattina a Bellusco si è registrata l'ennesima morta sul lavoro. Un operaio di 44 anni della Zincol Lombarda di Bellusco ha trovato la morte cadendo dentro un forno.
E' l’ennesimo infortunio mortale ha colpito ancora una volta il nostro territorio.
Quella delle morti sul lavoro è una vera emergenza nazionale e come tale va affrontata.
In questi anni di crisi in diverse aziende si abbassata l'attenzione sulle tematiche della salute e sicurezza, sono aumentati gli infortuni e con essi anche le morti sul lavoro.

o si lavora sicuri o ci si ferma

La Fiom Cgil Brianza è da giorni che è impegnata, insieme alle delegate ed ai delegati sindacali di ogni azienda del territorio brianzolo, per trovare soluzioni per tutelare al massimo le lavoratrici ed i lavoratori.
Negli ultimi giorni sono stati sottoscritti in tutta la Brianza oltre 100 accordi in altrettante aziende metalmeccaniche brianzole per ridurre la produzione, arrivando in diversi casi a programmare perfino la chiusura, anche attraverso l'utilizzo degli ammortizzatori sociali.

la brianza si ferma

E' impressionante il numero di richieste di ammortizzatori pervenute all'indomani dell'emanazione dell'ultimo Dpcm varato dal Governo. In soli due giorni sono stati sottoscritti circa 200 accordi di Cassa integrazione legata all'emergenza Covid -19 che consentiranno ad oltre 5000 lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Brianza di stare a casa nelle prossime due settimane. E diversi altri accordi saranno siglati nei prossimi giorni.