Dalle aziende metalmeccaniche della Brianza si alza il NO al ritorno dei voucher

Si stanno moltiplicando in Brianza gli appelli delle RSU delle aziende metalmeccaniche contro la possibilità che il Governo, attraverso un emendamento alla manovra correttiva, definisca una nuova normativa sul lavoro occasionale che farebbe nei fatti resuscitare, dopo averli aboliti per Decreto, i voucher.

Le RSU di Candy, Ernesto Malvestiti, Valbart Flowserve, Brugola, Babcock, Gianetti Ruote, Sts Acoustics, Icar (solo per citarne alcune) hanno espresso la loro contrarietà a far rientrare dalla finestra i voucher.

“Molte Rappresentanze sindacali aziendali del nostro territorio – afferma Angela Mondellini, Segretaria Generale della Fiom Cgil Monza e Brianza – stanno facendo pervenire ai Parlamentari eletti in Brianza forti prese di posizione contrari al tentativo del Governo”.

“Oggi, se dovessero passare i provvedimenti voluti dal Governo, si prenderebbero in giro milioni di donne e uomini che con la loro battaglia hanno voluto cancellare uno strumento che peggiora violentemente le condizioni del lavoro nel nostro Paese” ha proseguito Mondellini che conclude “se il Governo non dovesse fare dei passi indietro siamo pronti ad intensificare la mobilitazione”.

 

AllegatoDimensione
PDF icon comunicato-stampa-voucher.pdf74.62 KB
PDF icon Blocchiamoli Subito 1.pdf40.35 KB

Potrebbero interessarti anche...