Le linee guida per la stipula del Protocollo aziendale anti contagio. Lavorare sicuri, si può. Lavorare sicuri si deve.

metalmeccanici al lavoro

“Con le produzioni non essenziali pressoché ferme dobbiamo utilizzare il tempo che ci separa alla fine del lockdown ed alla riapertura di tutte le attività per preparare le aziende ad essere più sicure.
La salute dei lavoratori deve essere una priorità per tutti anche per gli imprenditori ed è un obiettivo che possiamo raggiungere se il futuro lo concordiamo insieme” a dirlo è Pietro Occhiuto, Segretario Generale della Fiom Cgil Brianza, presentando le Linee guida (da scaricare in allegato) che il sindacato delle tute blu brianzolo ha redatto per la stipula del Protocollo aziendale anti contagio.
“E' uno strumento che vogliamo consegnare ai nostri delegati sindacali ed ai rappresentanti per la sicurezza – afferma Adriana Geppert responsabile delle politiche sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro della stessa Fiom Brianza – affinchè nelle aziende si apra un confronto per rendere più salubri i luoghi di lavoro”.
“Al primo posto noi mettiamo le persone e la salute dei lavoratori – dicono i due sindacalisti - e per farlo occorre che si ridisegni il modello di sviluppo anche all'interno delle fabbriche. Quando il Governo deciderà la piena ripartenza noi vogliamo che questo avvenga nel massimo della sicurezza e con le necessarie garanzie per la salute, è questo il senso delle proposte che abbiamo fatto”.
Nei prossimi giorni la Fiom Cgil Brianza convocherà, attraverso delle videoconferenze, le sue delegate ed i suoi delegati per discutere di come dovrà essere la ripartenza.

Potrebbero interessarti anche...