Microtecnica Brugherio, 4 ore di sciopero contro i nuovi licenziamenti

lo striscione Fiom Cgil Brianza

Lo scorso 3 marzo UTAS Microtecnica Spa, pur avendo una mobilità aperta fino al 30 marzo, ha aperto un'altra procedura di mobilità per altre 19 figure.
Situazione più unica che rara se si pensa anche che Utas Microtecnica Italy è in attivo e che la motivazione di tutte e due le procedure è un calo degli utili che viene contrastato non con organizzazione del lavoro, produttività e qualità ma con una diminuzione delle teste.
Nella prima procedura sono state licenziate 26 persone rispetto ai 40 esuberi dichiarati ma non si accontenano, anzi hanno rilanciato dichiarando altri 19 esuberi con un totale sulle 2 procedure che arriva a 45.

La Fiom Brianza e le  RSU, con le altre sigle sindacali, dopo la conclusione dei 45 giorni sindacali di procedura con una fumata nera e una convocazione al Ministero del Lavoro per il giorno 5 maggio 2016 proclamano uno sciopero di 4 ore per il giorno 4 maggio nelle prime 4 ore lavorative.

L'azienda non accetta di usare ammortizzatori in continuità (Cig o CdS), non le ha mai voluti e vuole seguire la strada di un mancato accordo sulla mobilità per licenziare come e chi vuole.
Questa posizione è inacettabile e i lavoratori di Brugherio, Luserna e Torino sciopereranno uniti il 4 maggio per dire no alle scelte aziendali di diminuzione del personale.

Potrebbero interessarti anche...