Sanvito & Somaschini, Fim e Fiom "Evitare i licenziamenti anche attraverso gli ammortizzatori sociali"

Manifestazione sul lavoro

Si è tenuto nel pomeriggio di venerdì 4 gennaio il primo incontro tra la Direzione aziendale della “Sanvito & Somaschini” e le organizzazioni sindacali Fim e Fiom di Monza Brianza, accompagnate dalla R.S.U. aziendale, a seguito dell'apertura della procedura di licenziamento per 18 dipendenti attivata dall'Azienda lo scorso 18 dicembre.

"Abbiamo presentato alla Direzione aziendale una serie di richieste a partire dall'utilizzo di un anno di cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione al fine di modificare l'iniziale dichiarazione di 18 esuberi strutturali, affermano Omar Beretti e Mauro Castelli rispettivamente della Fim Cisl e Fiom Cgil della Brianza i quali proseguono, nel corso dell'anno di cassa si dovrebbero mettere in campo azioni di formazione del personale, ritenuto oggi in esubero, per favorire possibili riallocazioni all'interno della stessa azienda e percorsi di outplacement per favorire la ricerca di nuovi posti di lavoro anche al di fuori di essa".

La Direzione ha ribadito di ritenere i 18 esuberi evidenziati come strutturali e dunque di ritenere che la cassa integrazione straordinaria non possa essere un percorso attuabile, ha comunque preso atto delle richieste sindacali e le parti si sono date nuovamente appuntamento per il 15 gennaio p.v.

Potrebbero interessarti anche...