fiom cgil

Fiom Brianza
Striscione della St in corteo

Sabato 10 novembre scorso è scaduto il termine per la presentazione delle liste dei candidati per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie in St Microelectronics di Agrate Brianza.

Fiom Brianza
Presidio dei lavoratori Hilux

“Non riceviamo lo stipendio da settembre e non abbiamo certezze sul futuro della nostra azienda. E’ questo il motivo che ci ha portato ad incrociare le braccia e riunirci in assemblea permanente. C’è qualcosa di poco chiaro che sta avvenendo ed abbiamo il timore che ci venga sottratto il lavoro. Presidiamo la fabbrica anche per garantirci un futuro”.
Sono queste le parole con le quali Destro Lucia, delegata sindacale, rappresenta la rabbia e la determinazione dei suoi 32 colleghi che vedono messo a rischio il proprio posto di lavoro.

Lavoratori in reparto in St

E' stata raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo di gruppo un risultato importante e positivo per le lavoratrici e i lavoratori
Nella serata del 18 settembre presso l'Associazione Industriali a Monza, tra la Direzione aziendale e il Coordinamento nazionale sindacale ST, è stata raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo di ST, dopo una lunga trattativa che si è protratta per diversi mesi a causa di rigidità aziendali, che finalmente con l’intesa sono state superate.

Lo stabilimento OEB Brugola di Lissone

“La trattativa è stata lunga e difficile ma alla fine siamo riusciti a sottoscrivere un Contratto aziendale che porta consistenti aumenti salariali per i lavoratori ed impegna l’azienda ad effettuare investimenti per affrontare la sfida dei prossimi anni”.  Così Antonio Castagnoli e Gianni Omar Beretti, rispettivamente della Fiom Cgil e Fim Cisl territoriali, hanno annunciato la sottoscrizione del Contratto di secondo livello in una delle più importanti aziende metalmeccaniche brianzole, la Brugola OEB di Lissone. 

Fiom Brianza
Le operazioni di scrutinio in Candy

Oggi si è concluso il percorso di rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie in Candy Hoover Group di Brugherio. Le candidate e i candidati della lista Fiom Cgil conquistano 9 posti sui 13 disponibili. I restanti 4 posti vanno alla Fim Cisl. Il più votato è il coordinatore della Fiom Cgil Paolo Mancini.

Fiom Brianza
La sede della Weir di Nova Milanese

Si sono tenute le elezioni per il rinnovo della RSU dell’azienda Weir Gabbioneta di Nova Milanese

L’esito delle elezioni ha visto una nettissima vittoria della lista della Fiom CGIL di Monza e Brianza che conquista la maggioranza assoluta,  assicurandosi 3 membri sui 5 posti disponibili.

A Fim e Uilm vanno i restanti due posti nella RSU.

Il presidio dei lavoratori della Candy

L'11 luglio 2016, si sono tenute le assemblee sindacali alla Candy di Brugherio. All’ordine del giorno c’erano i contenuti dell’incontro avuto con il Ceo Beppe Fumagalli, alla presenza del Mise e dei referenti della Regione Lombardia.
Le lavoratrici e i lavoratori della Candy Hoover Group di Brugherio, in accordo con la RSU, hanno deciso di proclamare 2 ore di sciopero in segno di protesta contro la scelta della Multinazionale italiana di de localizzare i volumi produttivi negli altri stabilimenti del Gruppo in Cina, Turchia e Russia. 

I tre Segretari Generali di Fim, Fiom e Uilm della Brianza, Ciappesoni, D'Elia e Mondellini

Nella giornata del 29 giugno si è svolto l'attivo delle delegate e dei delegati di Fim Fiom e Uilm di Monza e Brianza in preparazione allo sciopero territoriale di 4 ore, proclamato per il prossimo 5 luglio 2016.

L'attivo unitario, svolto nella sala riunioni della Circoscrizione 3 del Comune di Monza, ha registrato una straordinaria partecipazione delle delegate e dei delegati delle aziende metalmeccaniche brianzole.

Manifestazione lavoratrici Peg Perego

Il 5 maggio è scaduto il Contratto di solidarietà alla Peg Perego, storica azienda di Arcore (MB). L'accordo, fortemente voluto dalle Organizzazioni sindacali e dalla Rsu interna, siglato nel maggio del 2013, aveva impedito il licenziamento di 105 lavoratori e lavoratrici su 515 allora in forza presso l'azienda.