Esuberi Micron

Lavoratori della Micron in corteo

Lo scorso 1 luglio la direzione aziendale della Micron ha annunciato che, a fronte di un nuovo piano di riorganizzazione mondiale che dovrebbe portare al taglio di circa il 5% della forza lavoro, partirà in Italia una fase di analisi per verificare l'impatto della ristrutturazione sull'Italia. 
Nelle prossime settimane, quindi, l'azienda potrebbe annunciare nuovi esuberi. 

È stato firmato quest'oggi presso il Ministero del Lavoro l'accordo che revoca i licenziamenti della multinazionale Micron.
"Ci eravamo posti l'obiettivo esuberi zero e l'abbiamo centrato" afferma Pietro Occhiuto della Fiom Cgil di Monza e Brianza.

"Con l'accordo siglato quest'oggi si evita il licenziamento di 12 lavoratori, 11 dei quali operanti a Vimercate, collocati da lunghissimo tempo in Cassa integrazione e da domani potranno tornare a lavorare - prosegue Occhiuto - la soluzione scelta è quella di distaccare questi lavoratori al Consorzio tra la stessa Micron ed St".