• Webmaster

Il futuro dell’auto si realizza con i lavoratori

Il 17 febbraio prossimo la Fiom e la Filctem di Monza e Brianza lanciano una ricerca sulle aziende del settore l’obiettivo è capire come queste sono pronte ad affrontare questa fase di transizione che il settore sta attraversando affinchè possa essere rilanciato.


“L’automotive vive una fase di forti cambiamenti – dichiara Pietro Occhiuto, segretario generale della Fiom Cgil Brianza – dovuti alla transizione ecologica che il nostro Paese deve affrontare, all’emergenza sanitaria e non per ultimo ai possibili impatti della fusione tra Fca e Psa. Lanciamo questa ricerca perché vogliamo capire bene come le aziende del settore si stanno preparando a questa transizione e come in questa fase di cambiamento si possano tutelare le condizioni di lavoro, l’occupazione e il salario”.


“Le proposte che le nostre categorie, Filctem e Fiom, hanno fatto congiuntamente alla Cgil, si incentrano su investimenti pubblici e privati – afferma Ermanno Donghi, segretario generale della Filctem di Monza e Brianza – finalizzati a produrre servizi e una mobilità digitalizzata ed eco-compatibile. Questo cambiamento si può realizzare solo investendo sull’occupazione attraverso la formazione, il ricambio generazionale, la rimodulazione dell’orario di lavoro compresa la sua riduzione, e l’utilizzo degli ammortizzatori sociali”.


“Sono temi questi – ribadiscono i due sindacalisti – che vanno sin da subito affrontati alla luce anche della grande discussione che si è aperta nel Paese sulla destinazione delle risorse del Recovery Plan”.


La ricerca verrà lanciata in una riunione delle delegate e dei delegati delle aziende metalmeccaniche, chimiche e della gomma plastica del territorio brianzolo e che vedrà la partecipazione di Matteo Gaddi della Fondazione Claudio Sabattini; Alessandro Pagano, segretario generale della Fiom Cgil Lombardia ed Emilio Miceli, componente della segreteria nazionale della Cgil.


A causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria l’iniziativa si terrà in videoconferenza.

#nuovomodello #dettagli

3 visualizzazioni0 commenti