top of page

Borgwarner Morse System Italy di Arcore, i lavoratori approvano l'ipotesi di contratto integrativo

Con una larghissima maggioranza le lavoratrici ed i lavoratori della Borgwarner Morse System Italia di Arcore hanno approvato l'ipotesi di Contratto integrativo aziendale sottoscritto dalle Rsu aziendali e dalle Organizzazioni sindacali.

E' un accordo innovativo che affronta i temi del salario, della salute e sicurezza sul posto di lavoro, del welfare, della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle persone e che nel complesso migliora le condizioni di chi oggi lavora in questa importante azienda del settore dell'automotive.


Molti i punti di innovazione e miglioramento delle condizioni economiche e normative raggiunti dall'accordo. Di seguito quelli di maggior rilievo.


Nel capitolo conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro oltre all'introduzione sperimentale dell'esonero al turno notturno per gli over 55 anni e ai permessi concessi per l'inserimento dei figli a scuola e per l'assistenza genitoriale, vi è l'impegno da parte aziendale, nel corso del triennio di vigenza dell'accordo integrativo, a conseguire la certificazione di parità di genere e la definizione da parte della commissione pari opportunità di un “indicatore di parità di genere” che misuri il raggiungimento degli obiettivi in materia.


Nel capitolo Salute e Sicurezza vi è l'estensione della sorveglianza sanitaria oculista prevista dalla legge per il solo personale video terminalista, anche alle attività produttive ed alle mansioni che richiedono un importante sforzo visivo per il loro svolgimento.


Nel capitolo elementi retributivi oltre il Premio di Risultato è stato introdotto un'ulteriore incremento dell'indennità sul secondo turno ed un sistema di non assorbibilità dei nuovi aumenti di superminimo per merito erogati dall'azienda se trascorsi oltre 24 mesi dall'ultimo ricevuto.

Inoltre per attenuare l'impatto inflattivo sulle retribuzioni del 2023 si è concordato che l'aumento previsto dall'ultimo rinnovo contrattuale nazionale del 5 febbraio 2021 sarà erogato a tutti i lavoratori senza procedere a nessun assorbimento dei superminimi.


Adriana Geppert della Fiom Cgil Brianza con i delegati Rsu della stessa organizzazione sottolineano il valore dell'intesa: "Esprimiamo un giudizio positivo sui risultati ottenuti ed invitiamo le lavoratrici ed i lavoratori ad iscriversi alla Fiom Cgil per essere sempre più partecipi e determinanti nel miglioramento e nella difesa dei loro diritti e dei loro salari".




126 visualizzazioni0 commenti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page