• Webmaster

Gianetti Ruote: Alta adesione allo sciopero e alla manifestazione territoriale

Continua la mobilitazione delle metalmeccaniche e dei metalmeccanici in difesa del lavoro con lo lo sciopero territoriale e presidio davanti la sede della provincia di Monza e della Brianza a sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori della Gianetti Ruote.

In piazza per chiedere il ritiro della procedura di licenziamento e una soluzione industriale, oltre alle lavoratrici e lavoratori delle aziende della provincia, erano presenti delegazioni delle aziende del settore di altri territori e della Rollon azienda del Gruppo Timken che ha annunciato ieri la chiusura del sito di Brescia.

Le metalmeccaniche e i metalmeccanici del territorio si sono mobilitati con un adesione allo sciopero del 70% e con blocchi della produzione in diverse aziende.

Il tavolo per la vertenza della Gianetti Ruote, convocato al MISE il 22 luglio, deve tener conto della mobilitazione del settore e avere come obiettivo prioritario di individuare urgentemente una soluzione industriale per la ripresa delle attività e il ritorno al lavoro di tutte le lavoratrici e i lavoratori.

Quella di Gianetti Ruote è una vertenza che si somma alla Gkn, alla Timken e alle tante crisi industriali aperte nei tavoli al MISE e che attendono risposte, alcune da troppo tempo come la Blutec di Termini Imerese.

A partire da quelle crisi occorre che il Governo non sia spettatore dei cambiamenti che il settore dell’auto sta affrontando. Manca un piano di politica industriale, regole e strumenti per impedire che la transizione diventi un’emergenza sociale e che sia gestita dai Fondi di investimento o da grandi gruppi multinazionali a discapito delle lavoratrici e dei lavoratori e della tenuta industriale del nostro Paese.



133 visualizzazioni0 commenti