top of page

OEB Brugola, sottoscritto l'accordo per il Premio di risultato

Ci è voluto più di un anno di trattativa ed un confronto serrato per arrivare a sottoscrivere l'accordo per il Premio di Risultato alla OeB Brugola di Lissone, storica azienda metalmeccanica brianzola.


"Un confronto lungo, a volte aspro, che però porta dei benefici economici alle lavoratrici ed ai lavoratori della Brugola", afferma Claudio Rendina della Fiom Cgil Brianza.

L'accordo istituisce un Premio di Risultato per il biennio 2024-2025 ed un incentivo per il 2023 e pone fine alla vacanza contrattuale che durava da diversi anni, il precedente accordo era infatti scaduto nel 2019.


Le assemblee dei lavoratori, hanno approvato i contenuti dell'accordo.


Il Premio di Risultato prevede l’erogazione di un importo fisso per il 2023 per tutti i dipendenti e un importo variabile per il 2024 e 2025 in relazione agli obiettivi da raggiungere (margine operativo lordo, assiduità, produttività).


Un importo che è pari ad un massimo di una mensilità netta, per chi sceglierà di ricevere il premio in piattaforma welfare, oppure una mensilità meno le ritenute fiscali e contributive per chi opta per l’erogazione direttamente in busta (o anche dividendo in due le modalità di erogazione).

Questo risultato è frutto della contrattazione tra le Parti e della condivisione degli obiettivi con le lavoratrici e i lavoratori.


"E' importante aver raggiunto questo accordo - sostiene Claudio Rendina - che ha riattivato un percorso di contrattazione collettiva, dove la premialità si basa su criteri oggettivi e misurabili, condivisi e discussi tra le Parti. Questo accordo è il risultato di una coesione tra i lavoratori che hanno dato mandato alla rsu e alle organizzazioni sindacali, di rappresentarli collettivamente per condizioni di lavoro migliori, la tutela del loro salario e la difesa dei diritti".




144 visualizzazioni0 commenti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page