top of page

StMicroelectronics, parte la trattativa per il rinnovo del Contratto integrativo di gruppo

Si è tenuto oggi a Milano, presso la sede di Assolombarda, il primo incontro tra la Direzione aziendale e la delegazione sindacale trattante per il rinnovo del Contratto Collettivo di gruppo scaduto lo scorso 31 dicembre 2021.

Nei giorni scorsi era stata presentata da parte del sindacato la Piattaforma rivendicativa elaborata dal Coordinamento nazionale delle Rsu di St ed approvata a stragrande maggioranza dalle lavoratrici e dai lavoratori di tutto il gruppo leader della microelettronica.


Durante l'incontro la Direzione aziendale ha presentato i dati organizzativi di chiusura del 2022.

Il dato occupazionale anche nel 2022 ha mantenuto un trend di crescita. Nel 2022 le assunzioni sono state 1518, di cui 854 a tempo indeterminato, mentre nel 2021 furono 1292, di cui 772 a tempo indeterminato.


È confermato l’obiettivo di STMicroelectronics di superare i $20 miliardi di fatturato tra il 2025 e 2027, investendo nei prossimi tre anni $ 12 miliardi.


Rispetto al mercato dei semiconduttori nel 2023 è previsto un calo del 4%, resterà positivo il trend del mercato di rifermento di Stm. Prevista una crescita del 3% , trascinata dal comparto automotive.

Rispetto alla piattaforma la Direzione aziendale ha manifestato la disponibilità nel trattare tutti i punti contenuti nella rivendicazione sindacale, sia quelli di carattere salariale che quelli di contenuto normativo e di essere disponibile a calendarizzare degli incontri per approfondire le varie sezioni della piattaforma.


La delegazione sindacale, nel concordare di definire le date per i prossimi incontri e nell’evidenziare la positività dei risultati ottenuti da Stm negli ultimi anni, ha rimarcato che i contenuti della piattaforma mirano a valorizzare l’apporto dato dai 12.186 dipendenti al raggiungimento delle performance aziendali. Deve esserci più redistribuzione nel premio di risultato degli utili raggiunti e un recupero di quanto non distribuito in questi anni nonostante gli “straordinari risultati” delle vendite. Il benessere lavorativo, declinato nelle richieste sull’orario di lavoro, sull’inquadramento professionale e sul welfare dovrà trovare risposte al tavolo di trattativa.

La delegazione sindacale ha rimarcato la richiesta, visti gli ottimi risultati del 2022, di riconoscere il 100% del PdR.


L’azienda ha rimarcato che i valori del premio rispettano gli accordi aziendali vigenti e che comunque il tema sarà oggetto nella trattativa per il rinnovo contrattuale


I prossimi incontri saranno il 22 marzo a Milano e il 18 aprile a Catania.




245 visualizzazioni0 commenti
Post: Blog2_Post
bottom of page